CLIL Primaria

Un percorso CLIL per la scuola primaria

Il termine CLIL è l’acronimo di Content and Language Integrated Learning: si riferisce all’insegnamento/apprendimento di un contenuto non linguistico per mezzo di una lingua diversa dalla lingua madre.

Ma dire che è solo questo è riduttivo poiché si tratta di un approccio metodologico che trae le sue origini dall’interdisciplinarità degli insegnamenti, con l’apprendimento su due livelli, quello della disciplina e quello della lingua.

Un percorso CLIL nella scuola primaria può:

  • creare maggiori opportunità di comunicazione rispetto alle normali lezioni di lingua, favorendone un uso spontaneo;
  • creare un clima positivo in classe e aumentare la motivazione degli alunni;
  • consentire l’uso in contesti concreti della Lingua inglese, che risulta così più autentico e ciò facilita la sua interiorizzazione da parte del bambino;
  • favorire lo sviluppo dei processi cognitivi e metacognitivi;
  • rispondere alle aspettative delle famiglie e della società.

Le ripetizioni frequenti del lessico, l’abbondante uso di elementi non linguistici (i gesti, la mimica facciale, le immagini, le foto, i video) facilita gli alunni nella comprensione.

Il frequente ricorso ad attività pratiche condotte a coppie o in gruppo sono un’altra caratteristica del metodo.

Mi sono avvicinata a questa metodologia di apprendimento della lingua inglese quasi per caso, seguendo le proposte operative del libro di testo della mia classe.

È stato interessante affrontare una lezione di scienze sulla mimetizzazione e poi raccogliere immagini e informazioni in lingua inglese.

I bambini non hanno trovato grosse difficoltà anzi, si sono mostrati subito incuriositi e disponibili a lavorare in gruppo. Spero di approfondire meglio le mie conoscenze sul metodo Clil e lavorare con i miei alunni in modo così trasversale e metacognitivo.

Betti Piemontese, insegnante Scuola Primaria “De Amicis”.