Prendendo spunto da uno studio della Società italiana di medicina ambientale (SIMA) che ha dimostrato come un’aula scolastica diventi ipersatura in meno di un’ora, l’istituto scolastico ha chiesto un finanziamento alla Fondazione Carit rispondendo al Bando 4/2020 – Ritorniamo a scuola 2020-2021, per potersi dotare di macchine sanificatrici in grado di assicurare il ricambio d’aria nelle aule in cui gli studenti trascorrono da un minimo di 4 ore fino ad un massimo di 8 per prevenire il contagio da Coronavirus non solamente con i dispositivi di protezione individuale.
Ottenuta l’assegnazione del contributo da parte della Fondazione la scuola ha ritenuto fondamentale dotare le singole aule scolastiche di macchine (n. 39) con tecnologia per la ventilazione meccanica controllata con filtrazione dell’aria in entrata e con la purificazione dell’aria indoor, grazie alle quali è possibile eliminare virus e particelle.
La Fondazione Carit sensibile alla problematiche inerenti il rientro in sicurezza degli studenti a scuola, con l’erogazione del finanziamento ha reso possibile realizzare all’interno dell’istituzione scolastica un equilibrio tra la sicurezza nei luoghi di lavoro, il benessere della comunità educante e la qualità dell’erogazione della didattica in presenza, in ottemperanza ai diritti costituzionali fondamentali alla salute e all’istruzione.

Bando 4/2020 – Ritorniamo a scuola 2020/2021 – Finanziamento da Fondazione Carit